Confronta il tuo Page Speed

Google ha confermato che la velocità di caricamento è un fattore di ranking. Grazie a questo tool gratuito potrai valutare la performance del tuo sito, usando dati di utenti reali. Per cominciare, inserisci il tuo dominio:

L'utilizzo di questo strumento è gratuito. Ti sarà possibile effettuare fino a 25 ricerche al giorno, dopo le quali è necessaria una registrazione, sempre gratuita.In seguito ? necessaria un'altra registrazione gratuita.

La velocità dei siti verrà indicata in percentili, in quanto permette d’individuare più facilmente il valore massimo del Page Speed necessario per rientrare nella Top-X di tutti i siti. Ad esempio, per rientrare nel 30% dei siti con performance migliori in assoluto su desktop, il tuo dominio non dovrebbe superare una velocità di caricamento di 0,65 secondi.

I valori indicati si basano su dati di utenti reali, non su benchmark sintetici. Esiste infatti uno User Panel che contiene i dati mondiali desktop e mobile di più di 10 milioni di siti.

[IMAGE]

Il tempo di caricamento dei siti su desktop è generalmente più veloce di quello su mobile: la media è di circa un secondo.

www.sistrix.com impiega 2,94 secondi, per cui è sopra la media. È quindi assolutamente necessario migliorare i tempi di caricamento al più presto.

Il Pagespeed medio per un dispositivo mobile è molto più lento di quello desktop: i siti su Smartphone necessitano infatti di circa 2 secondi per caricarsi, quindi quasi il doppio del tempo.

www.sistrix.com con 0,77 secondi, è al di sotto della media. Ben fatto!

[IMAGE]

I valori rilevati e riportati qui sopra si riferiscono al caricamento completo della pagina (chiamato anche “Onload Event”). In alternativa, puoi decidere di valutare i valori relativi solo ai primi contenuti rilevanti (“First Contentful Paint”), cliccando qui.

Perché il Page Speed è così importante?

A partire da luglio 2018 anche il tempo di caricamento dei siti mobile è diventato un fattore di ranking per i risultati di Google, mentre su desktop questa caratteristica era già stata presa in considerazione da tempo. Oltre a questo, esistono numerosi studi che dimostrano che gli utenti non amano i siti troppo lenti. Se il tempo di caricamento è troppo elevato, l’utente tende ad interromperlo e a spostarsi su un sito concorrente.

Come posso migliorare la velocità di caricamento?

L’ottimizzazione dei tempi di caricamento è un tema (molto) complesso, in quanto interessa numerosi settori dell’Hardware del sito, senza contare la connessione a internet, il browser e il dispositivo usato dall’utente. Per questo motivo, il miglioramento di questo fattore è molto individuale. Google offre però i PageSpeed Insights, dove indica numerosi consigli e avvisi per l’ottimizzazione.

Su quale banca dati si basa questo tool?

I dati del tool sul Page Speed si basano su utenti reali. Tramite il Chrome User Experience Report, Google mette a disposizione pubblicamente un campione di dati sulla velocità di caricamento. Noi quindi attingiamo a questi dati, li riassumiamo e li mostriamo in un’interfaccia più intuitiva. I dati vengono aggiornati mensilmente e comprendono più di 10 milioni di siti.